Translate

sabato 4 aprile 2009

Vinitaly, Giovedi' 2 Aprile 2009

Inizia oggi la collaborazione ufficiale al blog, l'amico Paolo Benetti, Sommelier dal 2006, classe 1969, nickname Paperinik.

Finalmente e' arrivato. L'appuntamento che tutti noi appassionati attendiamo con ansia per tutto l'anno. Si parte puntualissimi alle ore 8.35 dalla stazione FFSS di Carpi in direzione di Verona sotto un tempo veramente infame. Alle 10.45 facciamo il nostro ingresso in fiera e dopo la necessaria e gradevolissima sosta a base di panino con mortadella e mezza d'acqua siamo pronti a gettarci nella mischia. Premessa d'obbligo: i voti espressi sono personali quindi opinabilissimi. Raramente supero i 90/100, come rarissimamente sono inferiori a 70/100. Avvicinarsi troppo ai 100 vorrebbe dire raggiungere la perfezione, cosa impossibile in tutti i campi. Scendere sotto i 70, a meno di difetti evidenti, vorrebbe dire penalizzare il lavoro di persone che in ogni modo hanno cercato di fare il loro meglio impegandosi a fondo. Fatta questa premessa si parte.

PRIMA PARTE, LA FRANCIACORTA:

Antica Fratta:
Saten 2005: buoni profumi, troppo sapido, amaro sul finale. 73
Brut s.a. : pochi profumi, piatto in bocca, troppo acido, deludente. 70

Ronco Calino:
Brut s.a. : Profumi intensi e abbastanza complessi, acidita'troppo forte. 75
Brut 2004: meglio del precedente, acidita' non invadente. 78

Riva:
Saten 2005: Buono. ottimi profumi non aggressivi, acidita' equilibrata. 80
Brut 2005: Sgraziato, molto giovane. 73
Rose' 2005: Discreto, profumi nella media. 75

Fratelli Vezzoli:
C'e' poco da fare: uno dei pochi produttori che ha il coraggio di fare un vino diverso da tutti gli altri e di continuare a proporlo come marchio di fabbrica.
Saten 2005: Profumi assolutamente unici per un saten. Scordatevi i fiori, la frutta e quant' altro, qua spiccano note speziate dolci, come se avesse fatto legno, ma in realtà non lo fa. In bocca acidita' elevata, discreto equilibrio, mantenendo la tipicita' piu' che unica. 77
Brut millesimato 2005: come per gli altri, troppo acido. 74
Brut: come sopra. 74

Ferghettina:
Extra Brut 2002: molto buono. Spiccato profumo di lievito all'inizio, note floreali e fruttate poi. In bocca molto equilibrato e bella morbidezza. 80
Saten 2005: Ottimo. Come sempre. Una assoluta garanzia. 84

Mirabella:
Vale lo stesso discorso di Vezzoli.
Brut 2001 non dosato: Molto buono, colore oro brillante, sentori canditi su tutti, buona acidita' supportata bene dalla parte morbida. 82
Rose': Bel colore, buoni profumi, sentore di fragola, buon equilibrio. 80

Villa:
Cuvette 2004: passa in barrique e si sente. Bellissimo colore oro, frutta tropicale, fiori e lieviti al naso. Ottima morbidezza finale. 84
Diamant 2003 non dosato: barrique anche questo. Profumi netti di acacia e nocciola. Buon equlibrio. 82
Saten 2005: Stesso discorso, buon vino, saten classico. 80

Contadi Castaldi:
Soul Saten 2001: sorpresa! Pensavo molto peggio. 72 mesi sui lieviti. Giallo carico, molto brillante. Profumi buoni e non male al palato. 78
Saten 2005: dispiace, triste. 70
Rose': 2 punti meglio di sopra. 72

Uberti:
Brut 2005: prodotto base, non male. 75
Extrabrut 2005: Si sale, colore brillante, profumi piu' complessi. 78
Sublimis non dosato 2002: Ottimo bouquet, buon equilibrio al palato. 83

Volutamente sono state lasciate fuori le 2/3 aziende piu' famose che oramai conoscono anche i muri. Fine della prima parte. Prossimamente bianchi e rossi fermi, secchi e dolci. Tante sorprese!!

Paperinik

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma sei veramente un professionista! io probabilmente passerò alla storia di questa edizione come l'unico visitare uscito sobrio. Scusatemi ma avevo un paio di appuntamenti a cui era meglio fossi sobrio.
Complimenti per la recensione.
CALLI

Denny Crane ha detto...

Sei tu Lorenzo?.Abbiamo visto come eri sobrio..........Ciao Massimo

giancogro ha detto...

ciao ragazzi vi seguo grazie all'amicizia con giorgio.condivisibile tutte le pagelle per la franciacorta, soprattutto l'aver tralasciato i"famosi" e secondo me ormai superati, logori e troppo cari.Il trentito e l'oltrepò avanza veloce e gl amici bresciani devono stare attenti.Bravi, bella iniziativa.