Translate

domenica 6 novembre 2016

Pinot Nero Romagnolo

Forlì Igp Rosso " Ecce Draco " 2015
Az. Agr. Mutiliana


Quando ne vale la pena e' giusto scrivere. Prima annata in commercio 
( 2015 ) di questo ottimo pinot nero, coltivato e vinificato in Romagna. Personalmente l'ho trovato leggermente corto in bocca, ma per le caratteristiche organolettiche solite e gradevolissime di questo meraviglioso vitigno la strada è quella giusta. La parte olfattiva e' senza dubbio la più accattivante e coinvolgente con queste note pulitissime di frutti di bosco, con punte di mirtillo e ribes, qualche vago accenno di mandorla e soffi di china. Producono anche 3 Sangiovese di Romagna provenienti da altrettanti valli diverse. Prossimamente su questi schermi. 
Massimo Barbolini 


" ECCE DRACO è un pinot nero sottile ed elegante, ottenuto da uve coltivate in alto, a 700 metri slm, in mezzo ai boschi fitti dell’Appennino Tosco-Romagnolo. Qui il pinot nero parla la lingua nuova delle marne e delle arenarie che caratterizzano i suoli, esprimendosi su un naso austero e profondo che poco concede alle dolcezze del frutto e su una bocca che ha fatto di certe 
durezze un’occasione di carattere e finezza. Un vino che chiede aria e tempo, classico e freschissimo. Il pinot nero ha trovato nei territori territori alti dell’Appennino un carattere unico e le espressioni italiane più interessanti e complesse."

mercoledì 9 marzo 2016

Pinot Nero Lo Spaventapasseri

Piemonte Doc Pinot Nero " Brigante " 2013 Cento Filari
 - Az. Agr. Lo Spaventapasseri -  


Nel 2016 non avere il sito internet non e' una cosa bellissima, ma li perdoniamo, anzi lo perdoniamo perchè questo splendido Pinot Nero fa dimenticare tutto. L'azienda e' biologica ed e' a Mombaruzzo nell' Astigiano. Questa meraviglia e' proposta nell'annata 2013 e vi distruggerà ogni sicurezza sulla provenienza. Tante volte si dice o sento dire: " ah sembra un Borgogna ? ", " ma siamo sicuri che sia italiano? ". Beh in questo singolo caso il paragone calza a pennello. Un colore degno del nettare francese, profumi di frutta rossa, qualche sentore balsamico e di muschio. In bocca ha l'eleganza di Catherine Deneuve e potrebbe scomodare le docce hot di Edwige Fenech per la persistenza gustativa. Pronto? Fantastico, una bevibilità paurosa che ultimamente accompagna tanti vini Bio che ho assaggiato. Avranno preso la strada giusta finalmente? Gli odori di cadavere putrefatto e dell'alito di Pannella sono solamente un ricordo? Lo spero con tutto il cuore. Bravo! 

Massimo Barbolini 


martedì 8 marzo 2016

Ovada Docg Cascina Boccaccio

Ovada Docg Riserva Nonno Rucchéin 2012 - Cascina Boccaccio - 


Sembra che il blocco dello scrittore sia passato. L'etichetta piu' brutta della storia dell' enologia italiana porta invece dentro al vetro un grande, grandissimo rosso da uve Dolcetto versione Ovada la più sfigata, diciamocelo,  secondo i piu', ma perche' non hanno mai bevuto questo.  Col colore di questo vino potete tranquillamente dipingere una parete della vostra camera, perchè piu' bello di cosi' si muore. Il naso e' di una eleganza difficilmente reperibile sul mercato, si erge una bella base di mandorla accompagnata da una frutta molto delicata, le note di legno arrivano ma non sono fastidiose come Renzi. In bocca e' da godere, tracannare, esagerare, fate voi, uno spettacolo per le papille gustative. Passa 24 mesi in legno ed e' vendemmiato a fine settembre a mano. I proprietari sono simpaticissimi, pensate che a Levizzano stavamo per farci una canna insieme, no scherzo! 

Massimo Barbolini 


giovedì 2 ottobre 2014

Locanda dei Salinari - Cervia -

Approfittiamo di due cose: la giornata meravigliosa e la compagnia di due cari amici. Su loro consiglio ci sediamo in questo ristorante di Cervia, facile da trovare. Per sgombrare ogni dubbio a chi legge, se vi piacciono il pesce di qualità soprattutto i crudi, un servizio familiare, competente e professionale, fermatevi senza pensarci due volte. Poche volte in vita mia ho speso  cosi' volentieri 55€, mangiando anche dei sardoni fritti con burrata e pomodorini che penso me li sognerò per i prossimi 40 anni, oltre ai magnifici 3: tonno, ricciola e mazzancolle, mamma mia che buoni, rigorosamente crudi e abbinati ad alcune ottime salse. Vogliamo tralasciare il fritto di paranza? No, fatevene portare un assaggino. Volete provare l'euforia del solito e desolante abbinamento mare e monti che oramai si trova anche nelle mense della Cir? C'e' anche qui ma, probabilmente sono l'età e altro, mi ha particolarmente esaltato la formula " capesante grigliate con funghi porcini ". Nessuna sbavatura nel servizio, tempi ottimi, solita cordialità romagnola e grande, grandissima carta dei vini, fatta in modo intelligente con ricarichi quasi da vendita d'asporto dalla quale abbiamo attinto due interessanti bottiglie a base riesling ; il Ciarla annata 2011 dell' azienda Fondo San Giuseppe in quel di Brisighella e il piu' famoso Praepositus 2012 dell' Abbazia di Novacella, Alto Adige. Match senza storia dove il piu' blasonato Altoatesino e' stato umiliato dal vino di Stefano Bariani. Una sorpresa certo, ma non per i nostri palati. La parte vino l'abbiamo terminata con uno stratosferico Kerner passito sempre dell' Abbazia. Caffè e il resto chiudono questo piacevolissimo pranzo. Peccato solo che ci fossero pochi coperti occupati, ma ultimamente anche nella ristorazione vale più il discorso delle quantità che della qualità. Poi c'e' anche da aggiungere, mia opinione personalissima, che questa tipologia di ristorante e cioe' quella che cucina pesce, ha una vomitevole e sleale concorrenza che viene dall' oriente. Io qui ci torno.  

Massimo Barbolini 














sabato 12 luglio 2014

Kerner Koefererhof 2013

Sudtirol Brixener Eisacktaler Doc Kerner 2013 - Weingut Koefererhof -


Il primo dei tre ultimi assaggi di bianchi fermi italiani che in questo periodo d'anno mi hanno particolarmente esaltato. Un vino fresco, profumato, agréable,  pieno di tutte le solite banalità che solitamente scrivo, ma un vino che ti rende la giornata molto piu' piacevole con queste spiccate note di pesca gialla, albicocca e noce moscata, bouquet ( ma perche' continuo ad usare questo termine ? ) pazzesco che continua anche in bocca dove mostra già una sensibilità al palato non indifferente. Inutile aggiungere che un calice tira l'altro. Mortifero con crostacei di qualunque specie ma azzarderei anche salumi molto stagionati. Servitelo per Grazia Divina non ghiacciato. Bella roba. 

Massimo Barbolini 

martedì 13 maggio 2014

Trento Doc Revì

Trento Doc  Dosaggio zero millesimato 2010 - Revì - 


E' un periodo molto strano parlando enologicamente: non sopporto piu' la bolla d' Oltralpe, non riesco piu' ad aver voglia di berla. Mentre invece sto sempre piu' esplorando il mondo del Trento Doc. Qualche mese fa avevo parlato in modo egregio di San Michael, oggi mi alzo in piedi sulla sedia effettuando una hola degna dello stadio Azteca stile Mondiali 1986 per questo immenso vino. E' perfetto non posso aggiungere altro. Dovete assaggiarlo, non voglio definirlo come solitamente faccio usando termini banali che possono trarvi in inganno e non farvi apprezzare la meraviglia che c'e' dentro al bicchiere. Assaggiatelo per favore. Poi mi direte. Eventualmente ve lo vendo io, ma potete anche comprarlo altrove. Fatelo.  

Massimo Barbolini  

venerdì 9 maggio 2014

Si Vota! Pagelle


Mercoledì sera sono stato all' incontro con i candidati sindaco organizzato da Rete Imprese Italia e non mi sono addormentato solo perchè non avevo cenato.  Il dibattito e' stato fin troppo democratico, quasi una palla, alcune cose dette probabilmente sotto l' effetto di allucinogeni altre, le piu' ovvie, condivisibili. Sono le mie opinioni, solo mie, se volete commentare fatelo ma rimanendo dentro il seminato. Di seguito il mio personalissimo cartellino, cit. 

Sara Rovatti Carpi Bene Comune : 
Unica donna in lizza, purtroppo, lontana anni luce dalle mie idee, combatte con gli artigli utilizzando un fluidissimo italiano comprensibile a tutti. Frutto dell' assunzione di droghe o altro le sue frasi sul centro storico. Probabilmente nessuno le ha spiegato che chi ha un negozio nel cuore di Carpi ha anche famiglia e figli, non esistono solo i suoi. Probabilmente nessuno le ha spiegato che aprire o riaprire un' attività commerciale comporta oltre all' investimento economico anche il duro scontro con una burocrazia che ammazza. Probabilmente nessuno le ha spiegato che chi ha aperto un negozio negli ultimi 10 anni porta a casa si e no uno stipendio pari a quello di un operaio o impiegato con un miliardo di responsabilità in piu' e almeno 50 ore la settimana di lavoro. Poi ha cercato di salvarsi, incasinandosi ben a modo con i prezzi degli affitti dei negozi fuori dal mondo ( anche se qui ha ragione da vendere ), ma tutto e' stato inutile. A supporto di quello che sto scrivendo posso assicurarvi che ho trattenuto molto a fatica alcuni miei colleghi che avrebbero voluto interromperla.  Lei dice che viene solamente a passeggiare in centro storico perchè non si può permettere di spendere soldi nei negozi perche' hanno prezzi troppo alti, che anche sabato prossimo in occasione della notte bianca verrà solo a fare due passi. Neanche le mutande da Tezenis? Rimandata al 2019.   
Definizione: comunista. 
Voto: 4

Giorgio Verrini Carpi Futura : 
Il fatto che una persona cosi' stimata si sia impegnata in politica e' una delle cose piu' positive successe in città negli ultimi 5 anni. Ironia e sarcasmo a giusti livelli e proposte intelligenti tipo quella di chiedere ad Autostrade Brennero di aprire un casello nuovo tra Carpi e Rolo per far meglio defluire il traffico verso la città. Con Verrini potremmo ritornare ai vecchi fasti, anche se lui stesso e' consapevole che probabilmente non sarà possibile.
Definizione: galante
Voto: 7,5

Eros Andrea Gaddi Movimento Cinque Stelle beppegrillo.it :
Eros e' una gran bella e brava persona. Lo conosco per motivi di lavoro e mi ha sempre trasmesso grande fiducia e professionalità. Quei poverini che continuano a scrivere o dire che il M5S distrugge senza costruire nulla possono stare sereni. Le politiche proposte ieri sera sono di assoluta condivisione con i cittadini, preservare quello che c'e' già, migliorare i servizi, le ciclabili e incentivare il centro storico con eventi tutto l'anno. Forse le frasi " festa rinascimentale e corsa in piazza " non hanno reso bene l' idea di quello che realmente vuole il M5S. Sicuramente il più " prestato alla politica ". 
Definizione: genuino
Voto: 6.5 

Roberto Benatti Forza Italia-Lega Nord-Carpi del Fare :
Non e' quello che mi e' piaciuto di piu', non lo conosco, a pelle non mi e' simpatico,  ma e' certamente una figura intelligente e preparata.  Abile proprietà di linguaggio, competenze in tutti i settori, politico navigato, sempre attento ad attaccare nei punti giusti. L' unico che ha ricordato la crisi del tessile e l' importanza delle griffe carpigiane. Martella Bellelli ogni volta che prende il microfono e io non posso fare altro che apprezzare. Esagera leggermente e si perde un pochino fra le rotonde costruite, quelle in costruzione e quelle ancora sulla carta ma e' stato decisamente il più chiaro e diretto di tutti. Si candida sotto la bandiera di Silvio Berlusconi, questo e' senza dubbio un forte handicap, qui siamo in Bulgaria :D. 
Definizione: pronto
Voto: 7,5

Cristian Rostovi Nuovo Centro Destra - Fratelli d' Italia : 
Punto numero uno, di fascista in lui non c'e' nulla, a scanso di equivoci propinati da qualche membro della lista opposta sempre di centrodestra. Lo conosco, lo stimo, lo apprezzo come persona, e' uno sportivo a 360° gradi, ed e' quello che mi e' piaciuto di più. Sono 5 anni che parla delle cose che le altre coalizioni hanno presentato in questa campagna elettorale. Il Carpi in serie B e' diventato solo ora argomento di possibile turismo sportivo. Ma va? Facile per gli altri montare ora sul carro dei vincitori parlando di sicurezza, centro storico e altro quando c'e' chi come Rostovi ne ha fatto una battaglia già da anni. Per non parlare poi dell' anno prossimo quando avremo a Carpi una squadra che parteciperà alle coppe europee di pallamano, ah già scusate, a Rubiera, non qui, perche' quando hanno costruito il palazzetto si sono dimenticati il metro per le misure. Sincero, empatico, ottimo italiano e qualche filo d' ironia, " difende " l' amministrazione comunale per la manutenzione delle strade perchè " a onor del vero non e' tutta colpa del comune ", apprezza e lo dice a chiare lettere l' ultima operazione dell' assessore Morelli e con lungimiranza dice di voler copiare il progetto Mantova per il nostro centro storico. Sperando che non gli venga la Giannilettite cioè' quella malattia di voler mediare a tutti costi senza mai decidere, lo vedrei molto bene alla guida della nostra città. C'e' solo un grande e grosso neo tipo quello di Bruno Vespa: NCD, Nuovo centro destra, Alfano e Giovanardi. Per una volta ci si puo' turare il naso. 
Definizione: eleggibile 
Voto: 8 

Alberto Bellelli Pd Sel Verdi Carpi 2.0 :
L' uomo dell' apparato, l'uomo del partito che governa Carpi da quasi 70 anni, anche se a vederlo e sentirlo è molto piu' simile a Renzi. Gli va dato atto che ammette alcune lacune della precedente amministrazione, risponde a tono in politichese, e' senza dubbio una bravissima persona e i suoi interventi sono sempre pacati e non esula mai su nessuno argomento. Il problema grosso e' che i punti in questione il suo partito non li ha mai trattati. Solo dopo anni di lamentele da parte di migliaia di cittadini, dai consiglieri dell' opposizione, solo ora il PD si degna di ascoltare, pianificare e cercare di risolvere questi problemi copiando però palesemente dagli altri. La persona non si discute e potrebbe essere anche un buon primo cittadino, ma quando candidamente ammette che " in questi anni non abbiamo fatto la voce grossa in Provincia e Regione " a me personalmente cadono le braccia. Chi amministra la regione e la provincia? Cioe', fatemi capire bene,  dobbiamo avere per altri 5 anni una persona in poltrona che non riesce a scavalcare le gerarchie di partito? Che non spacca qualche testa perché Carpi e' stata esclusa dalle  mappe sismiche di scuotimento? Che se ne sbatte altamente delle nuove infrastrutture sportive e dei molto probabili introiti ricavati dal medesimo? Dobbiamo sempre continuare supini a fare i servi di qualcun altro? Poi esulo dal commentare, perche' oramai la pressione mi e' arrivata a 100/170, i cartelli  
" Carpi città del vino ". Dico solo che nelle giornate dedicate a Cantine Aperte le nostre sono chiuse.   A me queste cose non stanno piu' bene. Io voglio un Sindaco che S'INKAZZA e dato che sicuramente sarà lui a sedere sulla poltrona spero che lo faccia molto spesso. 
Definizione: predestinato 
Voto: 7.5 

Massimo Barbolini