Translate

giovedì 24 settembre 2009

Dalla Germania

Confesso la mia quasi totale non-conoscenza di questa grande nazione vinicola. Fosse un bianco fermo dei nostri lidi, vedendolo nel bicchiere, direi che e' giovanissimo. Il giallo paglierino non molto carico che si nota nel bicchiere, con riflessi piu' chiari, tendenti al verdolino, mi indirizzerebbe erroneamente verso un giudizio sbagliato. Se la bottiglia fosse coperta, commetterei un errore marchiano. Questo vino ha 8 anni. Il naso e' uno splendido concerto di zolfo, agrumi, cera, e non posso non scriverlo, fumo di cerino, almeno il ricordo associato all'olfatto e' questo. Secco, caldo, sapido, ampio, avvolgente quanto basta per assaporarlo in ogni suo gusto. Nessun difetto, nessuna vena che faccia pensare al deterioramento. Vino che promette, come minimo, altri nove anni di vita. Prova vivente che il concetto: molto alcool = invecchia di piu', viene categoricamente smentito. Qui siamo a 11.5% gradi alcolici. Forse e' il terreno, forse e' il vitigno, forse e' il cantiniere, ma mai mi era capitato di assaggiare una cosa italica con questa struttura. Esaltante.

MARKUS MOLITOR
ZELTINGER SCHLOSSBERG KABINETT 2001
RIESLING
MOSEL

4 commenti:

lalineadellinutile ha detto...

buon per te che non conosci i riesling di quella zona e del rheingau, altrimenti non la smetteresti piu' :-)

Denny Crane ha detto...

Si sono d'accordo..oggi Dr. Loosen..meglio smettere subito...

Anonimo ha detto...

Pensare che quello era solamente un kabinett, figurati i suoi fratelli maggiori. Io ho avuto la fortuna di bere qualcosa della fine anni 80 e non ti posso descrivere la meraviglia di un molitor di 20 anni ! Edo

Denny Crane ha detto...

Guarda Edo credo che il 19 di ottobre mi cavero' la voglia di qualche 70/80/90 sempre dalla Germania..Ti faro' sapere.